Recent Posts

Il Direttivo Nazionale dell’Associazione Libera Uscita, nella sua riunione del 30 Aprile scorso,  esaminato il quesito referendario per la parziale abrogazione dell’art. 579 del codice penale, ha deciso di sostenere l’iniziativa per le seguenti ragioni: Il quesito corrisponde alle convinzioni dell’Associazione Libera Uscita in favore della revisione della predetta norma quale segno di avanzamento dei valori sia di umanità che di esercizio del diritto di scelta da parte della Persona irrimediabilmente sofferente. Ricorda che già nel 2004 l’ Associazione Libera Uscita promosse un ddl, depositato in Senato, prima firma Sen.Read More

Posted On Aprile 30, 2021By RedazioneIn ARTICOLI, COMUNICATI, Home Page

Un altro passo avanti

La sentenza della Corte d’Appello di Genova che ha mandato assolti Mina Welby e Marco Cappato rappresenta un altro passo avanti nel rispetto della volontà della persona sofferente. Davide Trentini, 53 anni, da quasi trenta affetto da sclerosi multipla, è stato aiutato a morire in Svizzera accompagnato da Mina e Marco che, al ritorno si sono autodenunciati, passibili di condanna per l’art. 580 c.p., secondo comma “aiuto al suicidio”, era il luglio 2017.  Nel Dicembre 2019 una sentenza, la 242,  della Corte Costituzionale apre una finestra di non punibilità perRead More
I risultati delle elezioni olandesi avvicinano l’approvazione del Completed Life Act. E’ ciò che afferma  l’Associazione olandese per un fine vita volontario (NVVE) in risposta all’assegnazione dei posti dopo le ultime elezioni. Ora che il partito “D66,” che ha proposto il disegno di legge, è diventato il secondo partito del Paese, è ovvio che tornerà al governo. Una coalizione di VVD, D66 e CDA in cui la ChristenUnie non è necessaria per ottenere la maggioranza, ha buone possibilità di far approvare il progetto di legge  da entrambe le Camere. NellaRead More

Posted On Aprile 12, 2021By RedazioneIn ARTICOLI

Biotestamento e piani condivisi di cura a Firenze

Come fare e depositare il testamento biologico? Quali cure future scegliere in caso di malattia? All’ospedale di Santa Maria Annunziata a Ponte a Niccheri c’è il primo ambulatorio fiorentino dove i cittadini e i pazienti possono rivolgersi per avere risposte e consigli per esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari: da qualche giorno è attivo in via sperimentale il servizio per la raccolta delle disposizioni anticipate di trattamento (Dat, o “testamento biologico”) e la stesura dei piani condivisi di cura (Pcc): è formato da un team multiprofessionale eRead More

Posted On Aprile 8, 2021By RedazioneIn ARTICOLI, COMUNICATI

Comunicato Stampa: Grazie Hans Kung

L’ Associazione Libera-Uscita dice: “Grazie” al grande teologo, filosofo, sacerdote cattolico Hans Kung, morto a Tubinga a 93 anni, grandissimo difensore del “Diritto di  morire”. Kung è stato certo uno degli intellettuali più influenti del nostro tempo, in lotta con la chiesa di Roma in nome della stessa cattolicità.  Ma per noi Hans Kung era soprattutto un Compagno caro, carissimo, di viaggio, un Compagno illustre ed importantissimo, nel cammino verso il riconoscimento pieno del Diritto di scegliere come e quando morire!! Un traguardo di Civiltà per cui impegnarsi, operare, lavorareRead More
L’Associazione Libera Uscita si congratula vivamente con il popolo spagnolo per essere stato capace di dotarsi di una Legge che regolamenta l’eutanasia rendendo la Spagna un Paese più umano, giusto e libero, come ha sottolineato il Premier Sanchez. Libera Uscita auspica che anche il nostro Paese possa seguire a breve la strada tracciata dalla Spagna nonostante il fatto che la Presidenza della ‘Commissione per la riforma dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria della popolazione anziana’ istituita dal Ministro della Salute della Repubblica Italiana, sia stata assegnata al Mons. Paglia, un alto prelatoRead More
François Galichet è uno dei dieci attivisti incriminati in Francia con l’accusa di aver aiutato a procurarsi un farmaco letale alcune persone anziane che desiderano scegliere liberamente la conclusione della propria esistenza. Ex professore di filosofia ed ex vicepresidente dell’associazione Ultime Liberté il 78enne Francois Galichet si batte per “La libertà di disporre della propria persona, del proprio corpo e della propria vita e quindi anche di abbandonarla “, come si legge sul sito dell’Associazione. I dieci attivisti sono stati incriminati sulla base di “propaganda a favore di prodotti cheRead More
L’ Associazione Libera Uscita esprime la propria solidarietà alle Socie e ai Soci dell’associazione francese Ultime Liberté inquisiti per aver acquistato in Internet il Pentobarbital, un anestetico vietato in Francia, utilizzato per la morte autodeterminata. Le accuse mosse ai militanti di Ultime Liberté, di età compresa fra i 70 e i 95 anni, vanno dalla “propaganda di favore di prodotti che danno la morte”, alla “complicità nell’importazione, possesso e acquisto di piante classificate come psicotrope”, fino alla “complicità nel contrabbando di merci pericolose per salute pubblica”. Presentandosi in tribunale i dieciRead More
Alcuni attivisti dell’associazione pro-eutanasia francese Ultime Liberté, sono stati incriminati a Parigi in un’indagine sul traffico di Pentobarbital, un barbiturico vietato in Francia e talvolta utilizzato per il suicidio assistito. Un comunicato stampa dell’associazione ha dichiarato: “Undici membri dell’associazione Ultime Liberté tra cui il presidente, il segretario generale, il vicepresidente, sono stati incriminati” Questi attivisti erano stati posti in custodia di polizia a metà gennaio su decisione di un giudice istruttore del dipartimento di sanità pubblica del tribunale. Il magistrato è stato incaricato dal 18 giugno 2020 a indagare suRead More

Posted On Febbraio 28, 2021By RedazioneIn ARTICOLI, Home Page

Laicità Indispensabile

La rivista “Notizie di Politeia” ospita, nel suo ultimo fascicolo del 2020, tre autorevoli commenti al volume di Giovanni Fornero “Indisponibilità e disponibilità della vita una difesa filosofico giuridica del suicidio assistito e dell’eutanasia volontaria” che consentono, anche attraverso la replica dell’autore, di mettere a fuoco in modo sintetico ed esaustivo i punti salienti dell’opera, che ha raccolto un convinto e unanime apprezzamento. Giovanni Fiandaca riconosce infatti al “ponderoso volume di Fornero il grande merito di aver affrontato un’impegnativa impresa intellettuale nella quale interagiscono sapientemente la speculazione filosofica, la teorizzazioneRead More
Skip to content