A Carpi (MO) Depositate in Comune 434 firme per l’istituzione di un Registro dei Testamenti Biologici

Il 21 Giugno 2016 l’Associazione LIBERA-USCITA Onlus ha depositato al Comune di Carpi 434 firme di cittadini residenti che hanno dato il proprio sostegno alla Petizione Popolare per l’istituzione di un REGISTRO dei TESTAMENTI BIOLOGICI simile a quello già in funzione a Modena dal Luglio 2010 e in altri 17 Comuni della Provincia.

La raccolta firme, organizzata dai volontari dell’associazione nel centro cittadino, ha incontrato grande partecipazione popolare ed è giunta  a questo importante risultato  in sole 5 giornate, a partire dal mese di maggio.

Presenti al deposito il Sindaco, l’Assessore alle Politiche Sociali Daniela De Pietri (nella foto) e l’Assessore Galantini. Gli Amministratori hanno assicurato che presto, e comunque entro settembre, la Petizione sarà portata in Consiglio Comunale.

20160621_104414_resized_2

Ogni Registro Comunale dei Testamenti Biologici che viene istituito è un messaggio forte lanciato dalla Società Civile al Parlamento perché al più presto legiferi sulle Disposizioni di fine vita in materia di cure.

Il Diritto di rifiutare qualunque terapia è già riconosciuto su base costituzionale (art. 32), ma la Legge deve garantirne l’effettività ed il rispetto, regolandone l’esercizio, per impedire che proprio chi è più debole e indifeso, ossia chi non è più cosciente, o comunque non è più in grado di prendere le decisioni che lo riguardano, si veda sottratto tale diritto.

In questa direzione vanno i Registri Comunali che, nelle more dello iure condendo, danno certezza alle dichiarazioni espresse in precedenza,  così che la volontà della persona non più cosciente non possa essere messa in discussione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *