Caso Vincent Lambert

COMUNICATO STAMPA – L’Associazione Libera-Uscita, pienamente convinta che il valore da difendere sia l’AUTODETERMINAZIONE, esorta tutt* a stendere le proprie Disposizioni Anticipate di Trattamento”  per non vivere e far vivere ai propri cari simili travagli.

 

Siamo propensi a ritenere che, in assenza di DAT (disposizioni anticipate di trattamento) la decisione non possa che spettare ai famigliari e, se questi non sono concordi, allora, e solo allora, si potrà e dovrà richiedere al Giudice di indicare chi dei famigliari sia autorizzato a decidere.

 

Per approfondimenti si riporta quanto pubblicato del 24 Maggio su The Generalist

 

“La ripresa di lunedì 20 Maggio sera della nutrizione ed idratazione artificiali di Vincent Lambert, arrestati la stessa mattina, è un altro incidente in questo caso straordinario, oggetto di una battaglia legale da oltre 10 anni. In tre occasioni, tre medici hanno iniziato ad interrompere le cure. In tre occasioni, la giustizia ha ordinato loro di riprenderli. Questo caso ora supera il quadro giuridico francese ed europeo poiché attraversa l’Atlantico, i genitori hanno interpellato il Comitato internazionale dei diritti degli handicappati delle Nazioni Unite, in modo che decida.

Il destino di questo giovane tetraplegico di 42 anni, gravemente cerebro leso, a seguito di un incidente stradale, va ben oltre la sfera medica e familiare. Si è trasformato in un grande dibattito in cui fronti opposti si contrappongono a sostegno o contro di visioni valoriali contrapposte.  Anche se volontariamente messo da parte, durante l’ultimo incontro generale di bioetica in Francia, la questione della fine della vita sfida oggi la società nel suo complesso  ed il tabù dell’eutanasia sembra ormai superato per molti francesi.

(…)

Il caso Lambert segnerà la storia della medicina e della legge medica. Ci sarà un prima e un dopo”.

 

Dr. Linda Sitruk, redattore capo

Fonte: The Generalist No. 2874

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *